Eventivai alla lista eventi

EVENTI IN TRENTINO

SPORT | SCI | VALLI GIUDICARIE | PINZOLO E MADONNA DI CAMPIGLIO


A Campiglio le finali di Coppa del Mondo skialp

Dal 25 al 28 marzo 2021


Il grande sci alpinismo torna a Campiglio

Andati in archivio i Campionati del mondo di Andora, il grande sci alpinismo si appresta a fare rotta su Madonna di Campiglio e le Dolomiti di Brenta, che ospiteranno per la quinta volta le finali di Coppa del Mondo Ismf, in programma da giovedì 25 a domenica 28 marzo.
L’atto conclusivo del massimo circuito internazionale si era già svolto sulle nevi dell’alta Val Rendena nel 2007, nel 2008, nel 2018 e nel 2019, a precedere il forzato annullamento dello scorso anno, a causa della pandemia ancora in corso.
Il comitato organizzatore, che vede impegnati i collaudati staff del Comitato 3Tre e dell'ApT di Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, ha curato ogni minimo dettaglio, al fine di garantire la massima sicurezza all’evento. Sotto il profilo tecnico, invece, la località ha già dimostrato in passato di poter offrire garanzie assolute, proponendo dei percorsi all’altezza del prestigio della manifestazione.
In gara ci saranno tutti i migliori skialper delle categorie senior, under 23 e junior, che si giocheranno le sfere di cristallo assolute e di specialità (sprint, vertical race e individual race). Ad aprire il programma, nella giornata di giovedì 25 marzo, sarà la prova sprint, che avrà luogo in località Fortini.
Alle 10 del mattino spazio alle qualificazioni per le categorie senior e under 23, con finali a partire dalle 12. Nel pomeriggio toccherà agli junior, con qualifiche alle 15 e finali a partire dalle 15.40. Venerdì 26 marzo sarà la volta delle gare vertical: le junior partiranno alle 15,30 da località Fortini, mentre le altre gare in programma avranno luogo sul pendio della pista Spinale Diretta, con arrivo in vetta al Monte Spinale per tutte le categorie. Le partenze saranno suddivise in tre blocchi, alle 15.50 (junior maschi), alle 16.10 (senior e under 23 donne) e alle 16.30 (senior e under 23 maschi).
Sabato 27 marzo gli atleti potranno ricaricare le batterie in vista dell’ultima fatica, la gara individuale, che darà vita alla 46ª edizione della Ski Alp Race Dolomiti di Brenta, una delle senatrici dello sci alpinismo.
L’Italia si presenterà al via con grandi speranze, forte delle 26 medaglie conquistate ai recenti Mondiali e di una situazione di classifica che lascia ben sperare. La sfida più appassionante sarà quella della categoria senior, con Robert Antonioli a caccia della quarta sfera di cristallo assoluta, la terza consecutiva. Il campione valtellinese comanda la classifica con 582 punti, seguito a 26 lunghezze di distanza dal francese Thibault Anselmet, con il trentino Davide Magnini terzo a quota 420.
Discorso ancora aperto anche tra le senior donne, con la svedese Tove Alexandersson prima con 651 punti davanti alla francese Axelle Mollaret (604) e alla svizzera Marianne Fatton (563), mentre tra gli under 23 potrebbe arrivare una doppietta azzurra, con Andrea Prandi e Giulia Murada attuali leader. L’Italia comanda la classifica anche tra le junior donne, con Samantha Bertolina, mentre tra i pari età maschi il candidato numero uno alla vittoria è l’austriaco Paul Verbnjak.

--

Tutto in tre gare e in quattro giorni. Madonna di Campiglio avrà il compito e l’onore di assegnare le Coppe del Mondo overall e di specialità e a giocarsi la generale maschile ci sono ben tre atleti che si giocano il tutto per tutto, ovvero il valtellinese Robert Antonioli, che ha un margine risicato di 26 punti sul francese Thibault Anselmet e più staccato il trentino di Vermiglio Davide Magnini con un gap di 167 punti.
Leader della generale, secondo nell’individual, quarto nella vertical, quinto nella sprint è Robert Antonioli, intenzionato più che mai a conquistare la sua quarta coppa dei cristallo. Sensazioni della vigilia? «Sto abbastanza bene – spiega il valtellinese – anche se ho patito molto le gare dei Mondiali e del Pierra Menta, quest’ultima poi mi ha proprio sfasato. Per questo motivo questa settimana sono rimasto fermo ai box per recuperare energie. Quest’anno la sfida per la vittoria finale è combattuta come non mai, vorrà dire che se vinco avrò maggiore soddisfazione. Il francese Anselmet è stata la sorpresa di quest’anno. E’ cresciuto molto, io spero di essere competitivo in tutte e tre le gare, anche se nella sprint ci sono tanti giovani che danno filo da torcere e quest’anno è molto difficile passare i quarti. Sono però convinto che sarà Italia show a Campiglio. Abbiamo tanti ragazzi in lotta per le classifiche».
A contendere la sfera di cristallo all’azzurro sarà il francese del Team Vibram Thibault Anselmet, che si presenta in gran forma: «Ce la metterò tutta per provare a vincere la generale, anche se Antonioli è davvero forte e, soprattutto gioca in casa. Siamo a fine stagione e la forma per tutti non è al top, però mi sono preparato bene per questa tre giorni finale, in un contesto paesaggistico che mi piace molto. In ogni caso per me domenica sera, concluse le finali, sarà una giornata speciale, perché rappresenterà il miglior risultato in carriera in Coppa del Mondo».
L’atleta di casa Davide Magnini punta invece ad un piazzamento nella generale della specialità individual, dove attualmente è in terza posizione ma a soli 20 punti dal leader Matteo Eydallin. «E’ sempre bello gareggiare in casa – precisa l’alfiere del Centro sportivo Esercito – in un ambiente dolomitico incantevole che tutti ci invidiano. Spero di essere in forma, ma ho buone sensazioni visti i risultati delle ultime gare e spero di confermarmi anche a Campiglio. Cercherò di dare il tutto per tutto, anche se la sprint non è proprio la gara che preferisco. L’obiettivo è di mettere in saccoccia il maggior numero possibile di punti, anche se non sarà facile perché tutti gli avversari sono tosti in tutte le specialità. Con l’attuale classifica ho più chance nella individual di domenica. Ce la metterò tutta».
Domani apertura con la sprint su un tracciato ricavato per la prima volta in località Fortini a Passo Campo Carlo Magno, che prevede uno sviluppo di 380 metri di salita, 430 metri di discesa e un dislivello di 75 metri. I primi a partire alle ore 8,30 saranno gli under 20 con le qualifiche, a seguire i senior. Subito dopo le varie batterie ad eliminazione diretta, fino alle finalissime.

Press Release

Press Release

Fresh news and press release directly from the institution and the political figures of Trentino.

vedi comunicati

Food

Let's get some information about the traditional food of Trentino and lots more... 

vedi food Food
Bands

Bands

Find out the best band, festivals and concerts that will be placed in Trentino.
Jazz, blues, rock, pop, folk, fusion, cover band and tribute band...

vedi bands
Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Richiedi il tuo coupon


Annulla