Eventivai alla lista eventi

NEWS & BLOG

CULTURA | STORIA


Arte e moléti

Riflessioni in salsa trentina: Il futuro degli arrotini per Aldo Lorenzi


richiesta info

Tra le tante storie che si legano a filo doppio con il Trentino non si può non menzionare quella dei “moleta”.
Uomini che, partendo da un contesto ambientale, economico e sociale difficile, sono emigrati in paesi più o meno lontani. Viaggi che li hanno portati nelle regioni italiane limitrofe, ma anche in altri stati europei e oltreoceano.
Fini artigiani che, ancora oggi, svolgono l’arte dell’arrotare volgendo lo sguardo verso il futuro. La volontà, per molti di loro, è quella di rinnovare il senso di appartenenza nonché sostenere e diffondere il valore storico e culturale di questa professione.
A credere molto nell’importanza del loro lavoro sono da sempre Aldo e Edda Lorenzi che, fino a pochi anni fa, si sono impegnati anima e corpo nella Coltelleria G. Lorenzi in Via Montenapoleone a Milano. Collezionisti esperti con un sogno nel cassetto: quello di veder realizzato un Museo del Moleta trentino


Aldo ama descriversi «orgogliosamente figlio di Giovanni, nativo di Mortaso, che iniziò da ragazzino la sua attività lavorativa come “cacial” (apprendista), al seguito degli arrotini emigranti in Germania per poi aprire, nel 1929 un negozio in Montenapoleone, a Milano. Una via che a quei tempi non aveva minimamente l'importanza commerciale e di immagine che acquisirà col passare degli anni».
Passione ed impegno sono per Aldo e Edda le chiavi per un lavoro artigianale, di precisione e personale.

Aldo, qual è il segreto del successo?
Da quando ho iniziato l’attività la mia principale mira non è mai stato il guadagno immediato, ma il riuscire a fare un lavoro ben fatto, al massimo delle mie capacità, con la certezza che le soddisfazioni economiche sarebbero, alla fine, arrivate, con lentezza, ma arrivate. Anche l'arrotino potrebbe ottenere il massimo dalla sua professione non perdendo mai di mira questo atteggiamento. La sua professione lo avvantaggia nel campo della coltelleria perché è quella che gli permette di conoscerla meglio di ogni altro, in quanto è obbligato ad esaminare attentamente in prima persona ogni pezzo prima, durante e dopo l'affilatura.

Non quindi un lavoro "per tirare a campare”…
Considero il lavoro dell'arrotino come estremamente utile e professionale. Certo, non ci si deve scoraggiare e fermare mai, ma andare oltre il proprio piccolo spazio e documentarsi il più possibile. Dalla conoscenza nasce l'amore ancor più che dal colpo di fulmine.
Oggi, siamo diventati tutti un po’ "viaggiatori", sia in Italia sia all'estero, e più disponibili a fare esperienze ed osservare.

Viaggi che per Aldo e Edda hanno anche un altro aspetto importante: il “collezionare”…
Iniziai, nei miei viaggi di approvvigionamento all'estero, a setacciare sistematicamente le varie zone della Francia e di altre nazioni, con l’intento, non solo di trovarvi gli artigiani eredi dell'arte della coltelleria, ma anche conoscere i vecchi esemplari da loro conservati, cui far risalire la loro abilità e il loro stile.
Una passione in grado di soddisfare la loro “sete” di conoscenza
Conoscere la provenienza di certi oggetti, il modo con cui sono stati fabbricati, spesso anche da chi e in quale contesto, è addirittura superiore alla gioia di trovarsi in mano l’oggetto desiderato.

Non manca poi quello che potremmo definire “un sogno nel cassetto”...
Mi piacerebbe ritrovare tutti questi pezzi riuniti in un museo o anche in una scuola di artigianato, dove potrebbero servire da esempio e costituire un valido messaggio per il mantenimento e gli sviluppi futuri della bella coltelleria. E perché no, in una scuola per giovani arrotini in Val Rendena che facesse rinascere un mestiere di tradizione, tuttora utilissimo e lo rendesse meno umile, ma più professionale e "nobile". Solo un sogno?

Aldo e Edda Lorenzi
Aldo e Edda Lorenzi
Press Release

Press Release

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Integer nec odio. Praesent libero. Sed cursus ante dapibus diam. Sed nisi. Nulla quis sem at nibh elementum imperdiet. Duis sagittis ipsum. Praesent mauris. Fusce nec tellus sed augue semper porta. Mauris massa. Vestibulum lacinia arcu eget nulla. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Curabitur sodales ligula in libero. Sed dignissim lacinia nunc. 

vedi comunicati

Food

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Integer nec odio. Praesent libero. Sed cursus ante dapibus diam. Sed nisi. Nulla quis sem at nibh elementum imperdiet. Duis sagittis ipsum. Praesent mauris. Fusce nec tellus sed augue semper porta. Mauris massa. Vestibulum lacinia arcu eget nulla. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Curabitur sodales ligula in libero. Sed dignissim lacinia nunc. 

vedi food Food
Bands

Bands

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Integer nec odio. Praesent libero. Sed cursus ante dapibus diam. Sed nisi. Nulla quis sem at nibh elementum imperdiet. Duis sagittis ipsum. Praesent mauris. Fusce nec tellus sed augue semper porta. Mauris massa. Vestibulum lacinia arcu eget nulla. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Curabitur sodales ligula in libero. Sed dignissim lacinia nunc. 

vedi bands
Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Richiedi il tuo coupon


Annulla