Eventivai alla lista eventi

Comunicati


Comune Riva del Garda | Il Mo. Francesco Lotoro a Riva del Garda

Comune di Riva del Garda

mercoledì 4 maggio 2022 h20:45


Si terrà mercoledì 4 maggio l’incontro pubblico con il Mo. Francesco Lotoro, musicista famoso in tutto il mondo per le sue ricerche sulla letteratura musicale concentrazionaria.

Pianista di religione ebraica, storico e musicologo di fama internazionale, Francesco Lotoro è famoso per la trentennale ricerca che lo ha portato a scoprire migliaia di spartiti musicali composti tra il 1933 e il 1953 nei campi di concentramento nazisti e nei gulag sovietici. La sua esperienza di «liberatore» della musica nata nei lager lo ha portato a compiere innumerevoli viaggi in tutto il mondo alla ricerca dei sopravvissuti alla Shoah. Creatore della Fondazione Istituto di Letteratura Musicale Concentrazionaria, con sede a Barletta, recentemente ha pubblicato per la casa editrice Feltrinelli il suo ultimo libro, «Un canto salverà il mondo. 1933-1953: la musica sopravvissuta alla deportazione».

L’evento, nella sala superiore della chiesa di San Giuseppe a Riva del Garda, è organizzato dal liceo «Andrea Maffei» e dall’istituto tecnico «Giacomo Floriani» nell’ambito del progetto di rete «Musica e Memoria», promosso dall’associazione Amicizia ebraico-cristiana alto Garda, con la collaborazione dei Comuni di Riva del Garda e di Arco, del Rotary Club sezione di Riva del Garda e dell’associazione Amici della Musica. Alla serata aperta al pubblico (ore 20.45), seguirà il giorno seguente una mattinata dedicata alle scuole. In entrambe le occasioni, alcuni studenti dell’indirizzo musicale del liceo eseguiranno musiche da spartiti tratti dall’Antologia Musicale Concentrazionaria, pubblicazione del Mo. Lotoro stesso: trentacinque coristi saranno impegnati nell’esecuzione di brani per coro, due duetti suoneranno brani per chitarra e per fiati.

Le classi coinvolte nel progetto «Giornata della Memoria» di quest’anno sono state ventuno, accompagnate nella loro ricerca dai docenti e dalle referenti del progetto, le prof.sse Michela Santorum (liceo) e Orietta Masserini (istituto tecnico). A conclusione dei lavori, l’incontro con il Mo. Lotoro -inizialmente in programma per la Giornata della Memoria, ma posticipato causa la pandemia- offrirà agli studenti partecipanti, nonché ai loro insegnanti, un’occasione di ulteriore approfondimento del tema.

Risale agli anni novanta l’idea di Francesco Lotoro, pianista, compositore e direttore d'orchestra, di raccogliere l'intera letteratura musicale prodotta da musicisti imprigionati durante gli eventi più drammatici del Novecento, iniziando con la raccolta e l'incisione di tutte le opere pianistiche e cameristiche scritte da Alois Pinos, Petr Pokorny, Petr Eben e altri dopo la Primavera di Praga, e soprattutto incidendo alcune opere per l'Enciclopedia discografica in 48 cd-volumi KZ Musik (Musikstrasse Roma-Membran Hamburg-Naxos Usa). KZ Musik consiste nella registrazione discografica dell'intero corpus musicale creato nei luoghi di cattività, deportazione e privazione dei diritti umani dall'apertura dei Lager di Dachau e Börgermoor, fino alla liberazione di tutti i campi alla fine della seconda guerra mondiale, sul versante sia eurasiatico (maggio 1945) sia pacifico (agosto 1945). Nel 2014, insieme alla moglie Grazia Tiritiello e ad altri soci, ha costituito la Fondazione Istituto internazionale di Letteratura Musicale Concentrazionaria, ente con sede a Barletta che cura l'archivio della musica concentrazionaria recuperata in circa trent'anni, a cui fa capo anche il progetto Cittadella della Musica Concentrazionaria, l'hub dedicato alla musica scritta nei lager, destinato a sorgere nella stessa città presso le rinnovate strutture dell'Ex Distilleria.

Nel novembre 2013 Francesco Lotoro è stato insignito del titolo di Chevalier de l'Ordine des Arts et des Lettres dal Ministero della Cultura francese, perché -recita la motivazione- «ha dedicato ai compositori francesi deportati nei lager notevoli sforzi di ricerca, salvando così le loro musiche», portando così a compimento un lavoro «semplicemente eccezionale». Nel dicembre 2014 gli è stato assegnato il titolo di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, conferito dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il Mo. Francesco Lotoro e la musica dei campi di concentramento da lui recuperata sono al centro di due iniziative editoriali internazionali: il libro «Le Maestro: a la recherche de la musique des camps (1933-1945)» (Éditions Stock, 2012) dello scrittore francese Thomas Saintourens, e il docu-film «Maestro» del regista franco-argentino Alexandre Valenti, co-produzione italo-francese uscita nelle sale cinematografiche nel 2017.

Come compositore ha creato l'opera «Misha e i lupi» e la suite «Golà per cantore e orchestra da camera». È autore dei volumi «Fonte di ogni bene: canti di risveglio ebraico composti dal 1930 al 1945 a Sannicandro Garganico» (Rotas, 2009), «Renato Virgilio. Vita e opera di un musicista» (Rotas, 2010), «Alla ricerca della musica perduta. Prolegomeni a una letteratura musicale concentrazionaria» (Rotas, 2012) e «Antologia musicale concentrazionaria: opere musicali scritte in cattività civile e militare durante la Seconda guerra mondiale» (Rotas, 2015).

In dicembre 2019 ha preso parte con Anita Lasker-Wallfisch a un filmato in cui suona al pianoforte musiche composte dall'Orchestra femminile di Auschwitz, raccolte e preservate da lui stesso. Nel 2022 ha pubblicato per l'editore Feltrinelli il libro autobiografico, «Un canto salverà il mondo», nel quale ripercorre trent'anni di ricerca e recupero della musica scritta in ghetti, lager, gulag e campi di prigionia militare dall'apertura del KZ Dachau nel 1933 alla morte di Stalin nel 1953.

L’evento è stato presentato nel pomeriggio di mercoledì 20 aprile nell’aula magna del liceo «Maffei», presenti per il liceo Maffei il dirigente scolastico, dott. Roberto Pennazzato, per l’istituto Floriani la referente del progetto, prof.ssa Orietta Masserini, per l’associazione Amicizia ebraico-cristiana Alto Garda, la presidente Massimiliana Covati, per Riva del Garda il vicesindaco Silvia Betta, per Arco l’assessore Francesca Modena, per il Rotary Club la presidente Manuela La Via e per l’associazione Amici della Musica il presidente Franco Ballardini. Presente, in videoconferenza, anche il Mo. Francesco Lotoro.

Ufficio stampa dei Comuni di Arco e di Riva del Garda

Press Release

Eventi, manifestazioni e notizie tutte... "di prima mano".

Qui trovi una selezione aggiornata di comunicati e di iniziative così come condivise dai promotori, dagli enti e dalle istituzioni del Trentino.
Per scopire un Trentino fatto di "Emozione", "In-Formazione" e "Innovazione"!

Emozione

Emozione

Eventi, manifestazioni, mostre...
Sono tanti gli eventi che ci permettono di provare forti emozioni.
Scopri gli appuntamenti che ci emozionano in Trentino. 

vedi comunicati

In-formazione

Confronti, corsi e rassegne...
per informarsi, formarsi e crescere: riflettiamo in Trentino!

vedi comunicati In-formazione
Innovazione

Innovazione

Ricerche, convegni e concorsi dedicate all'ambiente ed alla tecnologie.
Innoviamo in Trentino...

vedi comunicati
Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Richiedi il tuo coupon


Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

Il titolare del trattamento dati è Studio Giornalistico JP Communications e dichiara che i dati acquisiti tramite il presente form verrà trattato nel seguente modo:

è utilizzato per l’evasione dell’attuale richiesta di informazioni/acquisto/iscrizione fino al suo espletamento e per nessuna ulteriore attività.
è conservato presso gli archivi aziendali senza data limite, fino a cancellazione autonomamente da parte dell’utente, volontaria da parte del Titolare o su esplicita richiesta di cancellazione da parte dell’utente.
è conservato per conto del Titolare da KUMBE, mantainer del Titolare per i servizi digitali, negli archivi cloud e relativi backup a loro volta gestiti in ottemperanza al GPDR per tutta la durata contrattuale con il Titolare -che ne può disporre in ogni momento- e fino a successiva cancellazione.
non verrà ceduto ad altri terzi, non verrà utilizzato per campagne di marketing salvo non sia contestualmente autorizzata tale opportunità.
verrai profilato in base alle informazioni contenute e il dato potrà essere utilizzato per elaborazione statistica.

Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

In caso di sottoscrizione Newsletter dovrai confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) e non (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
l'utilizzo della mail per la generazione di campagne marketing e informative personalizzate, digitali e non.

Annulla