Eventivai alla lista eventi

Comunicati


PNAB - Museo Storico | Su History Lab “Nel Parco, un viaggio fra le storie del Parco Naturale Adamello Brenta"

Parco Naturale Adamello Brenta

lunedì 6 dicembre 2021 h17:45


In onda su History Lab, canale 602 del digitale terrestre mercoledì alle ore 21.00 e alle ore 22.30, in replica giovedì alle ore 7.30 e alle ore 15.30. In streaming sul sito hl.museostorico.it
Le puntate sono caricate anche sul canale Youtube della Fondazione Museo storico del Trentino.

Trailer



É stato presentato stamani “Nel Parco”, il nuovo programma di History Lab nato dalla collaborazione tra il Parco Naturale Adamello Brenta e la Fondazione Museo storico del Trentino in materia di ricerca e divulgazione sulla storia dei paesaggi alpini e delle comunità del Trentino. Presenti all’incontro il presidente del Museo Giorgio Postal, il direttore del Parco Cristiano Trotter, ed inoltre Alessandro de Bertolini (per la Fondazione Museo storico del Trentino) e Chiara Scalfi (per il Parco Naturale Adamello Brenta), che hanno ideato e realizzato la serie, e la società di produzione Aringa Studio.
La prima puntata andrà in onda mercoledì 8 dicembre alle ore 21.00 su History Lab, canale 602 del digitale terrestre.
“La parola chiave del progetto è collaborazione – ha detto il presidente Postal – che è frutto di un accordo siglato a suo tempo fra le due istituzioni, in tutta una serie di ambiti: storia del paesaggio, storia naturale, storia culturale e così via. Nel corso del tempo la cultura dei parchi naturali si è molto affinata. Mettere in campo uno strumento di divulgazione straordinario come History Lab, che ha compiuto 10 anni, e che sta diventando a tutti gli effetti un canale della comunità e delle sue istituzioni, ne è una prova. Un progetto come questo può concorrere davvero al cambiamento dei paradigmi interpretativi sullo sviluppo economico e sociale del Trentino, nella direzione di mettere la questione ambientale e del paesaggio al primo posto”.

Gli ha fatto eco il direttore del Parco Trotter, per il quale “il Parco Naturale Adamello Brenta, con i suoi 50 anni di vita, è un pezzetto di autogoverno del Trentino. Quanto una realtà così ha inciso sul governo del territorio? Quando ha iniziato a diventare ‘storia’? Queste alcune delle domande a cui cerchiamo di dare risposta con questa trasmissione. L’idea forte è che il Parco non deve solo tutelare l’ambiente. Deve fare cultura del territorio. Spesso percepiamo fra i ragazzi che crescono nelle diverse valli del Parco una scarsa conoscenza dei propri ‘vicini’. Ma la conoscenza del territorio e del Parco come istituzione da parte delle popolazioni residenti è fondamentale. Gli incontri che organizzeremo per presentare le diverse puntate di History Lab saranno una parte importante di questo sforzo”.

“Il nostro è stato un lavoro di squadra – ha detto de Bertolini - fra le due istituzioni, con Aringa studio e con le diverse realtà che abbiamo incontrato. Il Parco è un tesoro di biodiversità, ma è prezioso anche per le diverse comunità e culture che lo abitano, e che cambiano da una valle all’altra. Cambiano i dialetti, cambiano le memorie, i soggetti che caratterizzano i diversi ambiti territoriali, associazioni, biblioteche, istituzioni e così via. Il nostro obiettivo è stato andare alla scoperta di queste diverse realtà. La rete di rapporti che si è creata ha fatto la differenza”.

Dopodomani (mercoledì 8 dicembre) andrà IN ONDA SU HISTORY LAB la prima puntata del nuova format “Nel Parco. Un viaggio tra le storie dell’Adamello Brenta. “Nel Parco” si articola in 7 puntate, è promosso e realizzato dal Parco Naturale Adamello Brenta in collaborazione con la Fondazione Museo storico del Trentino ed è stato prodotto con la società di produzione Aringa Studio. Il format è curato e condotto da Alessandro de Bertolini (per la Fondazione Museo storico del Trentino) e da Chiara Scalfi (per il Parco Naturale Adamello Brenta), la regia è di Alfredo Croce (Aringa Studio), illustrazione e animazione di Federica Bordoni, coordinamento di produzione Sara Croce (Aringa Studio).
Le puntate del format sono state organizzate secondo CRITERI TEMATICI E TERRITORIALI. Il territorio del Parco è stato raccontato nei seguenti ambiti: la Busa di Tione, la Val Rendena, la Val di Sole, la Valle di Non, l’Altipiano della Paganella, le Giudicarie Esteriori e la Valle del Chiese. Le tematiche emerse sono quelle del mondo alpino di ieri e di oggi: il turismo invernale ed estivo, l’agricoltura di montagna, l’alpeggio e il pascolo, l’alpinismo e l’escursionismo, la presenza dei rifugi, degli alberghi, il consumo del suolo, l’utilizzo della foresta e gli usi civici, l’aumento del bosco e la «wilderness di ritorno», lo spopolamento e il ritorno verso la montagna, la marginalità della montagna, il ruolo del montanaro come “custode”.

“Nel Parco” rappresenta solo una parte di un PERCORSO DI COLLABORAZIONE PIÙ AMPIO tra le due istituzioni, che intende riflettere sui significati del rapporto Natura/Cultura in una prospettiva sia storica sia attuale. Tra le finalità della collaborazione, la volontà di ragionare sul significato del paesaggio alpino e delle sue trasformazioni, sulle modalità con cui è stato percepito in passato e su quelle attraverso le quali viene percepito oggi. Nell’impostazione di metodo, il lavoro pone al centro le fonti della storia, con attenzione particolare alle fonti orali, che rappresentano il cuore del progetto. La storia del Parco Naturale Adamello Brenta permette di ripercorrere alcuni nodi culturali che hanno definito il senso di appartenenza delle comunità al proprio territorio e che riflettono le principali trasformazioni paesaggistiche che hanno interessato le aree di mezza montagna e le terre alte.
Per produrre le il format televisivo, è stata raccolta una COMPAGNA DI INTERVISTE tra le “voci del Parco”, persone che lo vivono e lo abitano, lo hanno vissuto e la hanno abitato, svolgendo le professioni alpini legate alle attività del territorio: albergatori, rifugisti, amministratori, impiantisti, contadini, allevatori, portavoce dell’associazionismo locali e vari altri esponenti della società civile e delle sue filiere produttive.
AI fini di arricchire la BANCA DELLA MEMORIA, le interviste saranno ordinate “900trentino”, il sito della Fondazione Museo storico del Trentino, dove saranno disponibili, andando così ad arricchire la banca della memoria.
Durante il lavoro, è stata raccolta una CAMPAGNA VISIVA DI IMMAGINI nei territori del Parco Naturale Adamello Brenta, che diventerà parte delle raccolte della Cineteca della Fondazione Museo storico del Trentino, a disposizione degli uffici del Parco Naturale Adamello Brenta. Una parte di queste immagini è costituta dalle riprese realizzate per la produzione del format televisivo, un’altra parte consiste invece in materiali filmici in formato ridotto (filmini di famiglia), raccolti (dove è stato possibile) presso le famiglie delle persone intervistate.
Sulla base dei contenuti emersi, è previsto un ciclo di INCONTRI SUL TERRITORIO (7 serate per il pubblico) nei paesi e nella valli del Parco Naturale Adamello Brenta, con finalità didattiche e divulgative.
Lo svolgimento del progetto ha permesso di creare una vera e propria RETE DI RAPPORTI tra i due enti promotori e le comunità di residenti nelle aree del Parco naturale e ai confini del Parco. Le 7 puntate del format televisivo sono state prodotte lavorando d’intesa e a stretto contatto con l’associazionismo locale, le biblioteche e le istituzioni delle valli, individuando per ciascuna delle zone coinvolte un referente: Vincenzo Zubani, ex amministratore (per la Busa di Tione); Carla Maturi, responsabile della Biblioteca di Pinzolo (per la Val Rendena); Mariano Turrini, responsabile della Biblioteca di Denno (per la Valle di Non); Marcello Liboni, responsabile della Biblioteca di Dimaro (per la Valle di Sole); Graziano Cosner e Sandro Osti (referenti delle Biblioteche della Paganella); Diego Salizzoni, referente Ecomuseo della Judicaria (per le Giudicarie Esteriori); Antonella Grazzi e Mariangela Romanelli (per la Valle del Chiese). Il tavolo così individuato ha quindi condiviso tempi, contenti e modalità di raccolte delle interviste, coordinato dalla Fondazione Museo storico del Trentino per quanto riguarda l’utilizzo delle fonti orali della storia.

Ufficio stampa Parco Naturale Adamello Brenta

Press Release

Eventi, manifestazioni e notizie tutte... "di prima mano".

Qui trovi una selezione aggiornata di comunicati e di iniziative così come condivise dai promotori, dagli enti e dalle istituzioni del Trentino.
Per scopire un Trentino fatto di "Emozione", "In-Formazione" e "Innovazione"!

Emozione

Emozione

Eventi, manifestazioni, mostre...
Sono tanti gli eventi che ci permettono di provare forti emozioni.
Scopri gli appuntamenti che ci emozionano in Trentino. 

vedi comunicati

In-formazione

Confronti, corsi e rassegne...
per informarsi, formarsi e crescere: riflettiamo in Trentino!

vedi comunicati In-formazione
Innovazione

Innovazione

Ricerche, convegni e concorsi dedicate all'ambiente ed alla tecnologie.
Innoviamo in Trentino...

vedi comunicati
Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Richiedi il tuo coupon


Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

Il titolare del trattamento dati è Studio Giornalistico JP Communications e dichiara che i dati acquisiti tramite il presente form verrà trattato nel seguente modo:

è utilizzato per l’evasione dell’attuale richiesta di informazioni/acquisto/iscrizione fino al suo espletamento e per nessuna ulteriore attività.
è conservato presso gli archivi aziendali senza data limite, fino a cancellazione autonomamente da parte dell’utente, volontaria da parte del Titolare o su esplicita richiesta di cancellazione da parte dell’utente.
è conservato per conto del Titolare da KUMBE, mantainer del Titolare per i servizi digitali, negli archivi cloud e relativi backup a loro volta gestiti in ottemperanza al GPDR per tutta la durata contrattuale con il Titolare -che ne può disporre in ogni momento- e fino a successiva cancellazione.
non verrà ceduto ad altri terzi, non verrà utilizzato per campagne di marketing salvo non sia contestualmente autorizzata tale opportunità.
verrai profilato in base alle informazioni contenute e il dato potrà essere utilizzato per elaborazione statistica.

Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

In caso di sottoscrizione Newsletter dovrai confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) e non (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
l'utilizzo della mail per la generazione di campagne marketing e informative personalizzate, digitali e non.

Annulla