Eventivai alla lista eventi

Comunicati

LBL_AT_EMOZIONI


Comune Cles | Creature Fantastiche Animali tra mito e realtà, da Dürer a Cracking Art

Comune di Cles

dal 9 luglio al 16 ottobre 2022


Inaugura sabato 9 luglio alle ore 18.00, presso il Palazzo Assessorile di Cles (TN), la mostra “Creature fantastiche. Animali tra mito e realtà da Dürer a Cracking Art”.

L’esposizione, fortemente voluta dall’Amministrazione comunale del capoluogo noneso e curata da Lucia Barison, racconta il potere antico, simbolico ed evocativo degli animali tramite oggetti naturalistici e soprattutto opere d’arte selezionate al fine di creare una moderna camera delle meraviglie, un luogo magico e inaspettato all’interno di una delle residenze gotico-rinascimentali più pregiate del territorio provinciale.
Il punto di partenza di questo viaggio favoloso e fantastico, in mondi popolati da animali selvatici, creature mitologiche e bizzarrie rinascimentali, è il vasto ciclo di affreschi presente da cinquecento anni all’interno dello stesso Palazzo Assessorile. Celati tra i racemi vegetali delle caratteristiche peopled scrolls dipinte dal pittore rinascimentale Marcello Fogolino in alcuni ambienti del palazzo, bestie feroci, creature mitologiche, figure dalle fattezze antropomorfe o, viceversa, zoomorfe raffigurate accanto a creature fantastiche, forniscono il pretesto per costruire dialoghi concettuali ed estetici.
Il progetto espositivo intende infatti, partendo dall’analisi del significato simbolico delle figure rappresentate, descriverne il potere intrinseco propagatosi anche in opere d’arte moderne e contemporanee. Da un’azione storico divulgativa finalizzata a narrare l’origine ed il significato della rappresentazione degli animali e degli esseri fantastici, il percorso espositivo muove quindi il proprio focus verso la rappresentazione degli stessi da parte di artisti di varie epoche, alcuni dei quali maestri capisaldi della storia dell'arte come, solo per citarne alcuni, Andrea Mantegna, Guercino, Albrecht Dürer, Renato Guttuso, Giorgio de Chirico, Pablo Picasso, Alighiero Boetti, Giacomo Balla, Fortunato Depero, Antonio Ligabue e Fausto Melotti. Oltre alla collaborazione di diverse gallerie antiquarie e d’arte trentine e milanesi, la mostra vede il prestito di alcune opere anche da parte del MART di Rovereto che da alcuni anni ha stretto una partnership con Palazzo Assessorile e Comune di Cles.
La mostra prosegue lungo un percorso nel quale gli affreschi fogoliniani conversano con l’arte contemporanea, grazie alla presenza di artisti regionali e non, fra i quali Laurina Paperina, Ivan Zanoni, Federico Lanaro, Willy Verginer, Angelo Maisto, Denis Riva. Alle opere esposte sono associati oggetti stravaganti e reperti naturalistici storici come animali tassidermizzati all’inizio del Novecento (grazie alla collaborazione con la Fondazione Museo Civico di Rovereto), con l’intento di creare una sorta di Wunderkammer in grado di dare spunti di riflessione e stimolare la curiosità del visitatore.

Il viaggio procede con un secondo “elemento narrante” di Palazzo Assessorile, ovvero la firma del pittore tedesco Hilarious Dietterlin (Hilarius Dietterlin Argentinensis pictor / 1596) incisa sugli antichi intonaci al terzo piano del Palazzo. Il graffito è una notevole testimonianza della frequentazione del palazzo da parte di un artista noto per l’esecuzione di un quadro ad olio con le Tentazioni di Sant’Antonio abate, opera presente in Castel Thun e commissionata dal conte Ercole, oggi parte delle collezioni provinciali del Castello del Buonconsiglio. L’opera del pittore originario di Strasburgo, presenta una forte carica visionaria e accentuazione drammatica che danno forma all’incubo di uno sfrenato consesso demoniaco derivante da un più ampio repertorio selezionato tra le fonti attinenti all’universo artistico ed a quello degli studi rinascimentali sulla zoologia. Come le grottesche, anche le Tentazioni di sant’Antonio abate del Dietterlin, con le sue creature mostruose, dissacranti e luciferine, sono l’input per raggruppare negli ambienti del palazzo una selezione di opere d’arte legate al significato simbolico di animali fantastici e creature grottesche.

Per godere appieno della mostra sono stati pensati due strumenti di comunicazione dei contenuti quali i pannelli didascalici volutamente alleggeriti e riassunti per una visita guidata più snella - ma comunque completa - ed un’audio guida in italiano e inglese da ascoltare con il proprio cellulare maggiormente approfondita.

Attorno alla mostra di Palazzo Assessorile sono infine stati creati, grazie alla collaborazione con Consorzio Cles Iniziative e con Batibōi Gallery, due notevoli progetti collaterali. Il primo di questi rappresenta un prolungamento dell’esposizione all’esterno del palazzo, lungo le piazze e le vie del centro storico grazie all’allestimento delle opere del noto collettivo artistico Cracking Art.

Cracking Art è un movimento artistico noto in tutto il mondo per la realizzazione di installazioni urbane caratterizzate dall’utilizzo di opere raffiguranti animali fantastici per dimensione e pigmentazione, realizzate in plastica rigenerabile colorata. Il movimento, che espone per la prima volta in Trentino, nasce nel 1993 con l’obiettivo di influenzare l’espressività contemporanea attraverso un forte impegno sociale e ambientale che, unito a un innovativo uso dei materiali plastici, evoca la stretta relazione tra natura e realtà artificiale. Il concetto di rigenerazione anima la storia artistica del movimento fin dalle sue origini, quando ha scelto di utilizzare plastica riciclata e riciclabile come materia d’elezione. Il progetto espositivo di Cracking Art a Cles si fonda sull’interazione, attraverso il dialogo con lo spazio urbano e architettonico, e sulla ricerca del coinvolgimento con il pubblico, invitato ad essere parte attiva dell’installazione tramite l’interazione diretta con le opere. Il secondo evento espositivo collaterale è ospitato negli spazi pubblici di Batibōi Gallery con una mostra personale del giovane artista trentino Aldo Valentinelli, curata da Marcello Nebl, che esporrà una serie di opere ad olio dedicate ai paesaggi ed agli animali selvatici delle nostre montagne.
La mostra “Creature fantastiche. Animali tra mito e realtà da Dürer a Cracking Art” e i due eventi ad essa collegati inaugureranno il 9 luglio per chiudere il 16 ottobre.

Ufficio stampa Comune di Cles

EVENTI A PALAZZO ASSESSORILE

Martedì 12 luglio ore 16.30
I mondi delle creature fantastiche
Attività per famiglie alla scoperta di animali e creature fantastiche tra immaginazione e realtà.
Attività su iscrizione (€ 5 a famiglia). Kit per famiglie disponibile fino al 18/09 per l’attività autogestita.

Giovedì 28 luglio ore 20.30
Dialogo con gli artisti
Talk con gli artisti a cura di Camilla Nacci

Giovedì 11 agosto ore 20.30
Creature fantastiche nell’arte e nell’immaginario
Presentazione e visita guidata a cura di Lucia Barison e Marcello Nebl.
Con la partecipazione di Cracking Art.

Giovedì 8 settembre ore 20.30
Il mondo alla rovescia
Conferenza a cura di Silvia Spada

Giovedì 22 settembre ore 20.30
Gli animali nell’arte
Conferenza a cura di Paolo Repetto


Giovedì 6 ottobre ore 20.30
Marcello Fogolino e dintorni
Conferenza a cura di Marina Botteri, Luca Gabrielli
Studi Trentini di Scienze Storiche

SCHEDA TECNICA SINTETICA

Titolo
Creature fantastiche.
Animali tra mito e realtà da Dürer a Cracking Art

Luogo
Palazzo Assessorile, Cles (TN)

Inaugurazione
Sabato 9 luglio, ore 18.00

Apertura
Sabato 9 luglio – domenica 16 ottobre 2022
Da martedì a domenica, orario 10.00-12.00/14.30-18.30
Lunedì pomeriggio, orario 14.30-18.30
In luglio e agosto apertura serale al sabato, orario 20.30-22.30

Progetto culturale
Comune di Cles
Assessore alla cultura
Arch. Ruggero Mucchi

Mostra a cura di
Lucia Barison

Allestimento
Marcello Nebl

Comitato tecnico-organizzativo di Palazzo Assessorile
Stefania Anello, Lucia Barison, Gianluca Fondriest, Gabriele Lorenzoni, Alberto Mosca, Marcello Nebl, Paola Parenti

Coordinamento per il Comune di Cles
Sara Lorengo, Laura Paternoster - Ufficio Attività Culturali

Ufficio stampa
Luca Nave, Mirko Odorizzi
Ufficio Attività Culturali - Comune di Cles

Didattica e visite guidate
Batibōi Gallery, Cles

Catalogo a cura di
Lucia Barison, Marcello Nebl

Con il contributo di
Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol
Comunità della Val di Non
Consorzio BIM dell’Adige
Cassa Rurale Val di Non
Apt Val di Non
Zadra Snc

Prestatori e partner di progetto
MART, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto; Fondazione Museo Civico di Rovereto; Castello del Buonconsiglio, Trento; Apt Val Di Non; Studio Arte Raffaelli, Trento; Cellar Contemporary, Trento; Il Portale Antichità, Cles; Salamon Fine Art, Milano; Aliprandi Antichità, Milano; Galleria dé Bonis, Reggio Emilia; Repetto Gallery, Milano; Studio Guastalla Arte, Milano; Studio Bibliografico Adige, Trento; Consorzio Cles Iniziative. Un ringraziamento ai prestatori privati che hanno preferito l’anonimato.

Artisti in mostra
Jane Alexander, David Aaron Angeli, Giacomo Balla, Alighiero Boetti, Georges Braque, Tommaso Buldini, Silvio Cattani, Marc Chagall, Collettivo Cracking Art, Giorgio de Chirico, Bernardino Dehò, Fortunato Depero, Fulvio Di Piazza, Albrecht Dürer, Agenone Fabbri, Bruno Fantelli, Luigi Ghirri, Guercino, Renato Guttuso, Katarina Janeckova, Jan Knap, Federico Lanaro, Antonio Ligabue, Maestro della Fertilità dell’uovo, Angelo Maisto, Andrea Malfatti, Andrea Mantegna, Taylor McKimens, Fausto Melotti, Umberto Moggioli, Laurina Paperina, Pablo Picasso, Michelangelo Pistoletto, Pierluigi Pusole, Luigi Ratini, Denis Riva, Giulio Sanuto, Antonio Santandrea, Mario Sironi, Francesco Trentini, Willy Verginer, Pietro Weber, Ivan Zanoni 

Antonio Ligabue Volpe in fuga con paesaggio, 1956 olio su faesite, cm 43 x 40,8, Courtesy Galleria de' Bonis, Reggio Emilia
Antonio Ligabue Volpe in fuga con paesaggio, 1956 olio su faesite, cm 43 x 40,8, Courtesy Galleria de' Bonis, Reggio Emilia

Press Release

Eventi, manifestazioni e notizie tutte... "di prima mano".

Qui trovi una selezione aggiornata di comunicati e di iniziative così come condivise dai promotori, dagli enti e dalle istituzioni del Trentino.
Per scopire un Trentino fatto di "Emozione", "In-Formazione" e "Innovazione"!

Emozione

Emozione

Eventi, manifestazioni, mostre...
Sono tanti gli eventi che ci permettono di provare forti emozioni.
Scopri gli appuntamenti che ci emozionano in Trentino. 

vedi comunicati

In-formazione

Confronti, corsi e rassegne...
per informarsi, formarsi e crescere: riflettiamo in Trentino!

vedi comunicati In-formazione
Innovazione

Innovazione

Ricerche, convegni e concorsi dedicate all'ambiente ed alla tecnologie.
Innoviamo in Trentino...

vedi comunicati
Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Richiedi il tuo coupon


Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

Il titolare del trattamento dati è Studio Giornalistico JP Communications e dichiara che i dati acquisiti tramite il presente form verrà trattato nel seguente modo:

è utilizzato per l’evasione dell’attuale richiesta di informazioni/acquisto/iscrizione fino al suo espletamento e per nessuna ulteriore attività.
è conservato presso gli archivi aziendali senza data limite, fino a cancellazione autonomamente da parte dell’utente, volontaria da parte del Titolare o su esplicita richiesta di cancellazione da parte dell’utente.
è conservato per conto del Titolare da KUMBE, mantainer del Titolare per i servizi digitali, negli archivi cloud e relativi backup a loro volta gestiti in ottemperanza al GPDR per tutta la durata contrattuale con il Titolare -che ne può disporre in ogni momento- e fino a successiva cancellazione.
non verrà ceduto ad altri terzi, non verrà utilizzato per campagne di marketing salvo non sia contestualmente autorizzata tale opportunità.
verrai profilato in base alle informazioni contenute e il dato potrà essere utilizzato per elaborazione statistica.

Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

In caso di sottoscrizione Newsletter dovrai confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) e non (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
l'utilizzo della mail per la generazione di campagne marketing e informative personalizzate, digitali e non.

Annulla