Eventivai alla lista eventi

Comunicati


MUSE | Biodiversità in movimento Lo studio della migrazione degli uccelli in Italia

mercoledì 19 gennaio 2022 h20:45


Viaggi spesso incredibili che raccontano molto di come stanno cambiando gli equilibri del pianeta: il primo appuntamento dell'anno di "incontri al Museo per parlare di fauna" è dedicato allo studio della migrazione degli uccelli in Italia. Ad approfondire l'argomento uno dei massimi esperti del settore: Fernando Spina del Centro Nazionale Inanellamento di ISPRA.

È da 25 anni che ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e MUSE - Museo delle Scienze di Trento sono in prima linea nel Progetto Alpi, il programma di monitoraggio scientifico che studia il fenomeno della migrazione postriproduttiva attraverso la catena alpina. Iniziato nel 1997, il progetto ha permesso di inanellare 199 specie in 40 stazioni di inanellamento distribuite su tutto l’arco alpino. Due quelle trentine: Bocca Caset, in Val di Ledro, e Passo Brocon, tra Vanoi e l’altopiano del Tesino, gestite direttamente dai ricercatori del MUSE.
Mercoledì 19 gennaio 2022 alle 20.45, sia in presenza (qui il link per iscriversi) che in diretta Facebook, Fernardo Spina del Centro Nazionale Inanellamento di ISPRA parlerà dell’affascinante mondo dei migratori alati nell’incontro “Biodiversità in movimento. Lo studio della migrazione degli uccelli in Italia”. L’evento è il primo appuntamento dell’anno della rassegna “Incontri al Museo per parlare di fauna”, incentrati in questa nuova edizione sulla dimensione partecipativa dei monitoraggi faunistici e sulle reti di relazioni che li rendono possibili.
Fernando Spina grazie alla sua esperienza internazionale di ricercatore e coordinatore del Centro nazionale di inanellamento, entrerà nel vivo dei progetti che ha coordinato e direttamente seguito come ISPRA e prima come Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, soffermandosi sui luoghi dove la migrazione diventa spettacolo, quali le piccole isole in mezzo al Mediterraneo in primavera e i valichi e le zone umide nelle Alpi.

“Durante l'incontro – anticipa Spina - illustreremo il lavoro svolto dai tanti inanellatori e partecipanti che negli anni si sono susseguiti in uno dei più rilevanti progetti partecipativi, e che rientrano fra i più importanti esempi di Citizen Science. Dati e conoscenze importanti che rispondono alle richieste di conservazione dell'avifauna migratrice come previsto dalla Direttiva Uccelli UE e che ci aiutano a capire meglio come stanno cambiando gli equilibri del pianeta”.

La serata sarà anche occasione per presentare la recente pubblicazione dedicata al Progetto Alpi (qui maggiori info), il programma di monitoraggio su scala alpina che ISPRA insieme al MUSE sta conducendo da 25 anni.

Modera l'incontro Paolo Pedrini, conservatore Zoologia dei Vertebrati del MUSE.

Ufficio stampa MUSE - Museo delle Scienze


***
Biografia
Fernando Spina dal 1982 è ricercatore presso l’ISPRA e Dirigente di ricerca dal 1995. È stato responsabile del Centro Nazionale di Inanellamento Italiano (CNI) dal 1982 al 2017 e dal febbraio 2017 è responsabile dell’Area per l’Avifauna Migratrice nell’ambito del Dipartimento ISPRA “Monitoraggio e tutela ambiente e conservazione biodiversità”. Ha ricoperto il ruolo di Chairman del Consiglio Scientifico della Convenzione di Bonn sulle specie migratrici (CMS) e, tra il 1995 ed il 2005, è stato presidente EURING (Unione Europea per l'Inanellamento, www.euring.org), network che riunisce 38 Centri nazionali di inanellamento europei ed oltre 10.000 inanellatori. Dal 1988 è coordinatore del Progetto Piccole Isole (PPI) di ISPRA, sulla migrazione primaverile nel Mediterraneo, e, insieme ai ricercatori del MUSE - Museo delle Scienze di Trento, ha contribuito al lancio, nel 1997, del Progetto Alpi. Ha pubblicato oltre 120 lavori scientifici e realizzato l’Atlante Italiano della Migrazione degli Uccelli (http://www.isprambiente.gov.it/it/pubblicazioni/pubblicazioni-di-pregio/atlante-della-migrazione-degli-uccelli-in-italia/view?set_language=it).

Rondine comune, Hirundo rustica (ph. Osvaldo Negra, MUSE)
Rondine comune, Hirundo rustica (ph. Osvaldo Negra, MUSE)

Press Release

Eventi, manifestazioni e notizie tutte... "di prima mano".

Qui trovi una selezione aggiornata di comunicati e di iniziative così come condivise dai promotori, dagli enti e dalle istituzioni del Trentino.
Per scopire un Trentino fatto di "Emozione", "In-Formazione" e "Innovazione"!

Emozione

Emozione

Eventi, manifestazioni, mostre...
Sono tanti gli eventi che ci permettono di provare forti emozioni.
Scopri gli appuntamenti che ci emozionano in Trentino. 

vedi comunicati

In-formazione

Confronti, corsi e rassegne...
per informarsi, formarsi e crescere: riflettiamo in Trentino!

vedi comunicati In-formazione
Innovazione

Innovazione

Ricerche, convegni e concorsi dedicate all'ambiente ed alla tecnologie.
Innoviamo in Trentino...

vedi comunicati
Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Richiedi il tuo coupon


Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

Il titolare del trattamento dati è Studio Giornalistico JP Communications e dichiara che i dati acquisiti tramite il presente form verrà trattato nel seguente modo:

è utilizzato per l’evasione dell’attuale richiesta di informazioni/acquisto/iscrizione fino al suo espletamento e per nessuna ulteriore attività.
è conservato presso gli archivi aziendali senza data limite, fino a cancellazione autonomamente da parte dell’utente, volontaria da parte del Titolare o su esplicita richiesta di cancellazione da parte dell’utente.
è conservato per conto del Titolare da KUMBE, mantainer del Titolare per i servizi digitali, negli archivi cloud e relativi backup a loro volta gestiti in ottemperanza al GPDR per tutta la durata contrattuale con il Titolare -che ne può disporre in ogni momento- e fino a successiva cancellazione.
non verrà ceduto ad altri terzi, non verrà utilizzato per campagne di marketing salvo non sia contestualmente autorizzata tale opportunità.
verrai profilato in base alle informazioni contenute e il dato potrà essere utilizzato per elaborazione statistica.

Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

In caso di sottoscrizione Newsletter dovrai confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) e non (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
l'utilizzo della mail per la generazione di campagne marketing e informative personalizzate, digitali e non.

Annulla