Eventivai alla lista eventi

Comunicati

LBL_AT_EMOZIONI


UniTn | Juditha dubitans: il primo oratorio UniTrento debutta a MUSICANTICA

Università degli Studi di Trento

mercoledì 21 settembre


Per la prima volta, un ateneo italiano diventa luogo di ideazione, progettazione, creazione, promozione e produzione di un’opera musicale. La Giuditta di UniTrento, con musiche originali di Marco Uvietta e testi di Francesco Ghia e Carla Gubert, debutta mercoledì 21 settembre nella chiesa di San Francesco Saverio a Trento nell’ambito della XXXVI edizione del Festival MusicAntica.

L’evento si inserisce all’interno del programma di TRENTO MUSICANTICA, la rassegna organizzata dal Centro Servizi Culturali Santa Chiara e dal Centro di eccellenza Laurence K.J. Feininger che ogni autunno riprende il suo cammino tra gli innumerevoli sentieri della musica antica, giungendo quest’anno alla 36esima edizione.

L'episodio biblico di Giuditta, con la donna eroica che salva la propria città – Betùlia, alle porte di Gerusalemme – dall’assedio dell’esercito nemico – quello degli Assiri del generale Oloferne – è entrato più volte nella storia dell’arte mondiale. Nelle arti figurative, con le opere, tra gli altri, di Botticelli, Michelangelo, Caravaggio, Rembrandt, Rubens, Gentileschi e Klimt; nella letteratura, con i poemetti anglosassoni e tedeschi e le menzioni nella Commedia di Dante, fino alle riscritture otto-novecentesche; ma anche nella musica, con gli oratori di Scarlatti, Vivaldi e Mozart, di Meyerbeer nell’Ottocento e Honegger nel Novecento.

Ora, per la prima volta, un oratorio musicale dedicato a questo episodio è ideato, progettato, creato, promosso e prodotto da un ateneo italiano.

La “Juditha dubitans” dell’Università di Trento debutterà mercoledì 21 settembre alle 20.30 nella chiesa di San Francesco Saverio a Trento nell’ambito della XXXVI edizione del Festival MusicAntica organizzato dal Centro Servizi Culturali S. Chiara e dal Centro di eccellenza Laurence K.J. Feininger.

L’idea e la musica dell’oratorio sono di Marco Uvietta, professore di Musicologia e storia della musica a UniTrento e compositore. Il libretto è invece di Francesco Ghia, docente di Filosofia morale, e Carla Gubert, professoressa di Letteratura italiana contemporanea.

Il lavoro di Uvietta è incentrato sulla figura di Giuditta, sui suoi dubbi interiori e sul suo misterioso ed enigmatico rapporto con Oloferne. L’oratorio nasce da un lavoro multidisciplinare che ha coinvolto il Dipartimento di Lettere e Filosofia e il Centro di Eccellenza di Alti Studi Umanistici (CeASUm) dell’Università, con la collaborazione di esperti italiani e stranieri.

Quella di Uvietta è una Giuditta “dubitans” che prima dispera («Elohim, perché ci hai abbandonati»), poi incita il popolo («Elohim non vuole che provochiamo la sua ira […] Da noi solo dipende la nostra vita»), quindi, tormentata dal dubbio, pone tre quesiti a Oloferne per capire chi sia: un uomo da sedurre, da eliminare o entrambe le cose? Il dialogo fra Giuditta e Oloferne, intercalato dal canto gregoriano «Adonai, domine Deus […] qui dedisti salutem in manu feminæ» costituisce il cuore dell’oratorio. E se l’ambientazione è fedele al racconto biblico, la fragilità e l’ambiguità dei personaggi è tutta novecentesca.

Il debutto della “Juditha dubitans” è stato anticipato lo scorso autunno da cinque seminari di approfondimento dal titolo «Gli enigmi di Giuditta. Sguardi multidisciplinari su un archetipo culturale». L’approfondimento ha riguardato la riflessione esegetica sul Libro di Giuditta, la ricezione filosofica di alcuni dei suoi motivi principali, l’analisi di momenti significativi e paradigmatici dell’interpretazione di Giuditta nella storia dell’arte e nella storia della letteratura, l’enucleazione di alcune tappe fondamentali della rielaborazione drammaturgico-musicale della figura di Juditha.

A riprova del coinvolgimento trasversale di numerose strutture di UniTrento, è da sottolineare come l’esecuzione dell’oratorio coinvolga non solo musicisti e cantanti professionisti, ma anche la Corale polifonica dell’Università, iniziativa nata nel 2016 con l’obiettivo di coinvolgere l’Ateneo in un progetto musicale educativo.

“Juditha dubitans. Oratorio in tre quadri” è prodotto dall’Università di Trento, in collaborazione con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara. L’iniziativa è cofinanziata dal Miur nell'ambito del CeAsum - Centro di Alti Studi Umanistici del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'ateneo.

L’ingresso è libero e gratuito. Durante l’evento verrà distribuito un opuscolo pubblicato dal Dipartimento di Lettere e Filosofia con all’interno il libretto dell’opera e una serie di saggi che analizzano il tema di Giuditta e Oloferne da varie angolazioni.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.centrosantachiara.it o chiamare il numero verde 800013952.

Ufficio stampa Università degli Studi di Trento

Press Release

Eventi, manifestazioni e notizie tutte... "di prima mano".

Qui trovi una selezione aggiornata di comunicati e di iniziative così come condivise dai promotori, dagli enti e dalle istituzioni del Trentino.
Per scopire un Trentino fatto di "Emozione", "In-Formazione" e "Innovazione"!

Emozione

Emozione

Eventi, manifestazioni, mostre...
Sono tanti gli eventi che ci permettono di provare forti emozioni.
Scopri gli appuntamenti che ci emozionano in Trentino. 

vedi comunicati

In-formazione

Confronti, corsi e rassegne...
per informarsi, formarsi e crescere: riflettiamo in Trentino!

vedi comunicati In-formazione
Innovazione

Innovazione

Ricerche, convegni e concorsi dedicate all'ambiente ed alla tecnologie.
Innoviamo in Trentino...

vedi comunicati
Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Richiedi il tuo coupon


Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

Il titolare del trattamento dati è Studio Giornalistico JP Communications e dichiara che i dati acquisiti tramite il presente form verrà trattato nel seguente modo:

è utilizzato per l’evasione dell’attuale richiesta di informazioni/acquisto/iscrizione fino al suo espletamento e per nessuna ulteriore attività.
è conservato presso gli archivi aziendali senza data limite, fino a cancellazione autonomamente da parte dell’utente, volontaria da parte del Titolare o su esplicita richiesta di cancellazione da parte dell’utente.
è conservato per conto del Titolare da KUMBE, mantainer del Titolare per i servizi digitali, negli archivi cloud e relativi backup a loro volta gestiti in ottemperanza al GPDR per tutta la durata contrattuale con il Titolare -che ne può disporre in ogni momento- e fino a successiva cancellazione.
non verrà ceduto ad altri terzi, non verrà utilizzato per campagne di marketing salvo non sia contestualmente autorizzata tale opportunità.
verrai profilato in base alle informazioni contenute e il dato potrà essere utilizzato per elaborazione statistica.

Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

In caso di sottoscrizione Newsletter dovrai confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) e non (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
l'utilizzo della mail per la generazione di campagne marketing e informative personalizzate, digitali e non.

Annulla