Eventivai alla lista eventi

Eventi in Trentino

CULTURA | ARTE | VALLE DELL'ADIGE


Paolo Toschi “L’etnografo felice”

sabato 29 giugno 2019 h16:30


Le sale del Museo di San Michele ospitano la mostra Paolo Toschi. L’etnografo felice dedicata allo studioso delle tradizioni ed appassionato del Trentino
L’inaugurazione - con momenti musicali e la rappresentazione straordinaria della “Canta dei Mesi” di Cembra - è in programma per sabato 29 giugno.

«Paolo Toschi. L’etnografo felice - aggiungono i promotori - sancisce inoltre la donazione del Fondo Toschi alla Biblioteca degli Usi e Costumi della Gente Trentina, per un gentile atto di liberalità dei nipoti dello studioso. Il Fondo comprende più di cento tra monografie, estratti e riviste, a cui si aggiungono altri numerosi documenti, come immagini, fotografie e dattiloscritti, che vanno ad arricchire il ricco patrimonio della Biblioteca Šebesta».

Paolo Toschi, nato a Lugo nel 1893 e scomparso a Roma nel 1974 «è stato un insigne studioso italiano di tradizioni popolari - proseguono - Direttore della rivista Lares, professore ordinario presso l’università di Roma e primo ordinatore del Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, si occupò di poesia e di arte popolare italiana, e di storia del teatro, dove la sua opera principale, Le origini del teatro italiano (Torino, 1955), resta ancor oggi una pietra miliare. Lontano dal radicalismo ideologico che, a partire dal secondo dopoguerra, aveva cominciato a prender piede negli studi italiani di folklore, Toschi incarna piuttosto una figura di studioso all’antica, meticoloso e sereno, unicamente motivato dalla passione autentica per l’oggetto dei propri studi, sotto il faro sempre illuminante dell’amor patrio. Per questa passione traboccante, unita a una conoscenza enciclopedica di ineguagliabile finezza, e al raziocinio che lo portò a proporre delle formulazioni analitiche molto lucide, Toschi può essere forse oggi considerato “l’etnografo felice”, consacrato con acribia e bonomia alla propria materia di studio, nella quieta certezza che nelle manifestazioni anche umilissime della vita popolare si celino sempre dei valori, dei significati, dei segnali da raccogliere».

Inoltre, concludono «conosceva bene il Trentino, che percorse a varie riprese da etnografo, e su cui raccolse molte informazioni preziose che troviamo nei suoi scritti. Tra queste, è il passo che riguarda la “Canta dei Mesi” di Cembra, il gustoso melodramma carnevalesco che ancora oggi viene inscenato nella valle dell’Avisio».

Scriveva infatti: «Tuttora ben viva nella tradizione popolare italiana e assai più diffusa di quel che non si creda, è l’usanza di eseguire, per Capodanno o durante il Carnevale, la rappresentazione dei mesi. Dalla Sicilia al Trentino, dalla Calabria alla Venezia Giulia, si può dire che tutte le nostre regioni conoscono e conservano fino a oggi (o hanno conservato fino a ieri) questa originale forma drammatica strettamente legata ai riti di inizio di un ciclo. […] La forma più ampiamente sviluppata, e nello stesso tempo più ricca di elementi arcaici, è quella che conosciamo per il Trentino secondo le precise informazioni di studiosi locali. Ecco quanto dice Angelico Prati: “Era una mascherata andata in dimenticanza, ma poi riesumata verso il 1846, per opera d’una compagnia di amici, e più tardi fu ripetuta a intervalli di alcuni anni. Si faceva a Cembra, e una sola volta a Verla”» (Le origini del teatro italiano, 1955, pp. 620, 627).
La “Canta dei Mesi” che viene rappresentata per l’occasione presso il Museo, rappresenta dunque forse il modo più bello e più congruo di celebrarne la memoria nel Trentino. La Biblioteca del Museo ha creato un ex libris apposito per il Fondo Toschi, che resterà in mostra per tutta l’estate.

Inaugurazione | Sabato 29 giugno 2019
Nella giornata di sabato questa importante donazione viene celebrata a partire dalle 16.30 con la musica del Maestro Andrea ToschiDal Weser alla Laguna veneta: il valzer tradizionale”, la prolusione del Professore emerito Luigi Maria Lombardi Satriani e la rappresentazione straordinaria della “Canta dei Mesi” di Cembra. 

Ulteriori informazioni sul sito del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina

Press Release

Eventi, manifestazioni e notizie tutte... "di prima mano".

Qui trovi una selezione aggiornata di comunicati e di iniziative così come condivise dai promotori, dagli enti e dalle istituzioni del Trentino.
Per scopire un Trentino fatto di "Emozione", "In-Formazione" e "Innovazione"!

Emozione

Emozione

Eventi, manifestazioni, mostre...
Sono tanti gli eventi che ci permettono di provare forti emozioni.
Scopri gli appuntamenti che ci emozionano in Trentino. 

vedi comunicati

In-formazione

Confronti, corsi e rassegne...
per informarsi, formarsi e crescere: riflettiamo in Trentino!

vedi comunicati In-formazione
Innovazione

Innovazione

Ricerche, convegni e concorsi dedicate all'ambiente ed alla tecnologie.
Innoviamo in Trentino...

vedi comunicati
Chiudi

Iscriviti alla newsletter


Annulla
Chiudi

Richiedi il tuo coupon


Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

Il titolare del trattamento dati è Studio Giornalistico JP Communications e dichiara che i dati acquisiti tramite il presente form verrà trattato nel seguente modo:

è utilizzato per l’evasione dell’attuale richiesta di informazioni/acquisto/iscrizione fino al suo espletamento e per nessuna ulteriore attività.
è conservato presso gli archivi aziendali senza data limite, fino a cancellazione autonomamente da parte dell’utente, volontaria da parte del Titolare o su esplicita richiesta di cancellazione da parte dell’utente.
è conservato per conto del Titolare da KUMBE, mantainer del Titolare per i servizi digitali, negli archivi cloud e relativi backup a loro volta gestiti in ottemperanza al GPDR per tutta la durata contrattuale con il Titolare -che ne può disporre in ogni momento- e fino a successiva cancellazione.
non verrà ceduto ad altri terzi, non verrà utilizzato per campagne di marketing salvo non sia contestualmente autorizzata tale opportunità.
verrai profilato in base alle informazioni contenute e il dato potrà essere utilizzato per elaborazione statistica.

Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

In caso di sottoscrizione Newsletter dovrai confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) e non (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
l'utilizzo della mail per la generazione di campagne marketing e informative personalizzate, digitali e non.

Annulla